Affluenti. Nuova poesia fiorentina

affluentiAffluenti è un’antologia che nasce dal progetto di dare voce al variegato arcipelago poetico fiorentino. Quattordici poeti di diversa provenienza geografica legati da un comune approdo nella città gigliata affrontano varie tematiche non di rado legate ad esperienze di vita vissuta. È il caso del poeta iracheno Hasan Atiya Al Nassar che ci accompagna nella dimensione dell’esilio per poi entrare, insieme alla voce della poetessa rumena Manuela Plana nello spazio della nostalgia di un tempo perduto. Voci che vengono da lontano ma che hanno un carattere universale in cui ciascuno di noi può facilmente riconoscere la propria dimensione emotiva ed esistenziale. Non diversamente ci lasciamo coinvolgere dall’ascolto dalla voce di un poeta giovanissimo Lorenzo Arcaleni in cui il tema di un’esistenza ancora in costruzione ci fa stare “in bilico tra ciò che taglia e ciò che rende docili”.

L’antologia è stata curata da Edoardo Olmi e da Marco Incardona che di poesia si occupano da tempo.

Hanno contribuito al progetto le voci di:

Hasan Atiya Al Nassar, Baret Magarian, Giovanni Abbate, Manuela Plana, Graziella Linardi, Marco Incardona, Jonathan Rizzo, Lorenzo Arcaleni, Blake Nikolson, Silvia Frison, Chiara Ciri, Luca Buonaguidi, Massimo De Micco, Edoardo Olmi.

Affluenti. Nuova poesia fiorentina, a cura di E. Olmi e M. Incardona, Edizioni Ensemble, Roma, 2016

A casa per Natale

a-casa-per-natale

Ispirati dal periodo natalizio e dal ciclo dell’anno, questi dodici racconti costituiscono l’esordio narrativo di Claudia Muscolino di cui era già apparsa, nel 2012, la raccolta poetica Il drago e le nuvole edita da Rupe Mutevole.
I racconti hanno come tema principale le relazioni familiari e i rapporti interpersonali.

Con uno stile asciutto e conciso, il lettore viene condotto in un mondo in cui le molteplici sfumature dei sentimenti e degli stati emotivi prendono forma in volti di persone comuni: madri, figli, fidanzati, nonne, fratelli.

In ogni storia si nasconde un piccolo dramma, una condizione di disagio interiore dietro la quale spesso si manifesta un difetto di comunicazione o di ascolto. Generazioni si confrontano su temi come l’amore, la morte, l’amicizia nel tentativo di raggiungere una reciproca comprensione.

Sono storie del nostro tempo, quindi, che la nostra autrice, vincitrice del premio letterario “Città di Murex”, sapientemente descrive con un linguaggio che colpisce per la sua immediatezza, semplicità e a tratti crudezza, così come è talvolta la vita stessa.

Claudia Muscolino, A casa per Natale e racconti per tutto l’anno, Porto Seguro Editore, Firenze, 2016